Servator

1060

Il Servator era il conservatore dei documenti pubblici. Colui che rappresentava la memoria storica del territorio non poteva che dare il suo nome al nostro vino ottenuto da uvePasserina in purezza, vitigno autoctono per eccellenza, coltivato nelle Marche sin dal medioevo. Insieme al Pecorino, nel 2011 la Passerina ottiene il riconoscimento della DOCG, entrando nel novero delle eccellenze produttive italiane. Un traguardo importante che riscopre ed afferma la qualità del vino piceno e la ricchezza della sua terra. E’ un vino fragrante da bersi giovane e fresco, dai caratteri tenui e delicati a partire dal colore giallo paglierino. Naso floreale con sottile speziatura di tè e camomilla, che lascia il palato netto, asciutto, leggermente vivace con un piacevole finale.

10 disponibili

Categoria: Product ID: 2018
  • VITIGNO: Passerina 100%
  • ZONA DI PRODUZIONE: Marche sud, provincia Ascoli Piceno,comune di Rotella.
  • TERRENI: medio impasto / argille e banchi di calcare alterati.
  • VIGNETI: da 400 a 550 mt s.l.m, allevati a Guyot, 4.000 ceppi per ettaro.
  • CLIMA: inverni freddi con primavere fresche ed estati asciutte.
  • VINIFICAZIONE: diraspatura e pressatura soffice delle uve in riduzione (in assenza di O2), con abbattimento della temperatura del pigiato tramite l’uso di CO2. Lenta fermentazione a temperatura dai 10°- 14° C.
  • MATURAZIONE: in acciaio a temperatura controllata.
  • AFFINAMENTO: 2 mesi in bottiglia a temperatura a 15° C.
  • NOTE DEGUSTATIVE: di colore paglierino, al naso note di frutta bianca. Piacevole struttura gustativa, freschezza e mineralità ne esaltano il finale.
  • ABBINAMENTI GASTRONOMICI: ideale con antipasti di pesce crudo e frutti di mare, verdure fritte, salumi, formaggi freschi e primi piatti leggeri.
  • TEMPERATURA DI SERVIZIO: 8°-10° C.
  • DURATA: da bersi preferibilmente entro due anni.