La cantina

La Tenuta prende il nome da Poggio Canoso, uno dei quattro castelli del comune di Rotella, a sud della regione Marche, in provincia di Ascoli Piceno. E’ qui, tra queste valli magiche, immerse nel silenzio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, che il giovane imprenditore, Riccardo Reina, si innamora del territorio marchigiano e decide di dare inizio ad un nuovo ambizioso progetto vitivinicolo.

La Canosa, di 100 ettari complessivi, si trova a cavallo del 43° parallelo, latitudine riconosciuta come particolarmente vocata alla produzione di grandi vini. I vigneti, per un’estensione complessiva di 25 ettari, sorgono nel cuore della Val Tesino e, proprio in virtù della loro particolare posizione e dell’orientamento lungo la direttrice est-ovest, risentono positivamente delle brezze termiche nella stagione estiva; la presenza alle loro spalle del Monte dell’Ascensione, inoltre, fa sì che, pur essendo il territorio circostante piuttosto brullo, l’entità e la frequenza delle precipitazioni sia tale da garantire la buona riuscita della coltivazione della vite.

La Cantina La Canosa sulla rivista “I grandi vini”

http://www.igrandivini.com/i-vini-de-la-canosa-a-vinitaly-2015/

Il Pekò de La Canosa: bianco pluripremiato 2015 da igrandivini.com

http://www.igrandivini.com/i-vini-de-la-canosa-a-vinitaly-2015/

Il progetto

Ma La Canosa è anche una realtà vitivinicola giovane e moderna (l’età  media  del  suo team  è  di  appena  35  anni) che mira alla rivalorizzazione del territorio Piceno non solo attraverso una produzione enologica di alta qualità ma anche attraverso un impegno enoturistico. Dal 2014 sarà a disposizione di tutti i nostri ospiti una Casa Vacanza, adiacente alla cantina e dotata di ogni confort per trascorre del tempo, completamente immersi nella natura incontaminata del Parco dei Monti  Sibillini, 30 km distante dal mare Adriatico. E il futuro potrebbe riservare altre meravigliose sorprese, con la ristrutturazione di altri casolari della tenuta e la creazione di un polo turistico mai realizzato in queste zone. Le Marche del sud hanno una grande vocazione per i vini rossi: peccato siano da sempre sottovalutate, strette tra l’Abruzzo e i bianchi delle Marche settentrionali, e condizionate

da una grande difficoltà di chi produce a fare gruppo. Che è poi l’eterno problema dell’Italia! Per questo motivo l’azienda ha arricchito la propria produzione vinicola di due Brand dedicati alle regioni Veneto e Sicilia: Costa Farnel, linea di vini Prosecco e Spumante della zona di Valdobbiadene-Conegliano e dei Colli Euganei, e Le Ciache, linea di vini bianchi, rossi e liquorosi ottenuti dai vitigni autoctoni siciliani. Frutto dell’esperienza di Riccardo Reina nella produzione di amari e digestivi fusa alla tradizione ascolana dei prodotti a base di anice, sono invece i tre vini da fine pasto, ottenuti da Montepulciano, Pecorino e Passerina aromatizzati all’erbe aromatiche, china ed anice.

La regola è semplice. Per fare un ottimo vino è indispensabile un’ottima terra. La grandezza del sistema Italia si spiega con l’eccellenza di singole zone che vanno necessariamente valorizzate. La Canosa è il primo passo dell’ambizioso progetto di Riccardo Reina: creare un gruppo di aziende regionali ad alta vocazione vinicola. La scelta di approdare a Rotella non è stata quindi casuale, ma ben oculata e determinata dalla peculiarità di questo territorio, dove posizione, clima, conformazione morfologica, un’ antichissima tradizione vitivinicola rappresentano il terreno ideale per tornare a coltivare vitigni autoctoni millenari.